Teatro Fontana: “Gianni” – dal 9 al 10 ottobre (sconto del 30%)

Data / Ora
Date(s) - 10/10/2019
Tutto il giorno

Luogo
Teatro Fontana

Categorie


9, 10 OTTOBRE
mercoledì, giovedì ore 20.30

GIANNI

CAROLINE BAGLIONI MICHELANGELO BELLANI

page10image13821280

foto GLORIA SOVERINI

Una biografia intima e drammatica inscritta in un percorso drammaturgico pregiato, in una coreografia di gesti e di posture della nostalgia. […] Un testamento poetico ed effimero a cui la Baglioni, con la solerzia necessaria della sua presenza, mai invasiva, conferisce una straziante verità.

ISPIRATO ALLA VOCE DI GIANNI PAMPANINI

DI E CON CAROLINE BAGLIONI
REGIA MICHELANGELO BELLANI
SUPERVISIONE ALLA REGIA C.L. GRUGHER
LUCE GIANNI STAROPOLI
SUONO VALERIO DI LORETO
ASSISTENTE ALLA REGIA NICOL MARTINIORGANIZZAZIONE PRODUZIONE MARIELLA NANNIPRODUZIONE LA SOCIETÀ DELLO SPETTACOLO

RESIDENZE ARTISTICHE FOLIGNO INCONTEMPORANEA – AUDITORIUM SANTA CATERINA, L’ARBORETO – TEATRODIMORA DI MONDAINO

PROGETTO VINCITORE PREMIO SCENARIO PER USTICA 2015SPETTACOLO VINCITORE IN-BOX 2016
PREMIO MUSEO CERVI – TEATRO PER LA MEMORIA 2017

V. De Simone, larepubblica.it

Primo capitolo della Trilogia dei legami di Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, Gianni è un racconto autobiograficocostruito intorno a tre audiocassette ritrovate dopo latragica morte della voce che le ha registrate. Un flusso di coscienza che si muove a picchi infiniti tra vita e morte. Unatestimonianza postuma che diventa materia di uno spettacolobiografico. Caroline Baglioni racconta la storia di un legameprofondo dando voce al dolore, ai desideri e all’inquietudine di un uomo suicida sulla cima del Monte Subasio nel 2001. E questa narrazione diviene forse un modo per far vivere e ri- vivere Gianni – lo zio gigantesco e senza pace – come un’anima nuova che attraversa le vite di chi guarda e trova nei loro occhi il riscatto di una vita. Lo spettacolo è quindi un viaggio nei ricordi, dentro la malattia e la sofferenza di un uomo con problemi maniaco-depressivi, incapace di star bene inqualsiasi luogo. Come in un film in bianco e nero, l’attriceripercorre la sua vita ricostruita attraverso una voce, unica testimonianza ed eredità di un’esistenza vissuta senza pace. “Ci siamo a lungo interrogati sul perché avesse inciso quei nastri. – Afferma Caroline Baglioni – Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire cosa celava nel profondo? Per esorcizzare la paura del gesto che avrebbe compiuto?” Forse. O forse no. Ciò che resta è uno spaccato forte, commovente e autentico di memoria individuale capace di creare uno spazio di comprensione ed empatia che scuote lo spettatore. «Parlare non uccide…cioè può uccidere una persona, me stesso, ma nessun altro… Stop.»

Ingresso promo in lista CORSO22 a 16 euro anziché 22.

Over 65 e under 14 a 10 euro + 1 di diritto di prevendita.

Posti Limitati.

Recarsi 20 minuti prima per ritirare la prevendita.

Corso22 offre la possibilità di partecipare a spettacoli con sconti e promozioni vantaggiosi. La prenotazione è gratuita però si raccomanda di annullare la prenotazione se impossibilitati a partecipare.

Prenotazioni

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.