Carnevale Ambrosiano Milano

Carnevale a Milano: rito Ambrosiano o rito Romano? Alcune curiosità

Quest’anno il Carnevale a Milano sarà privo di eventi a causa del covid, in attesa di tempi migliori ecco alcune curiosità sulla festa più mascherata dell’anno.

Rito Ambrosiano o Rito Romano?

Se in Italia si fa riferimento al rito romano (l’11 febbraio sarà giovedì grasso, il 16 febbraio martedì grasso e mercoledì 17 febbraio, mercoledì delle Ceneri), a Milano si celebra la festività nei giorni immediatamente successivi (sabato 21 febbraio), seguendo il rito ambrosiano. Dal nome del rito ambrosiano è chiaro che nella faccenda c’entra il buon Sant’Ambrogio, vescovo e patrono di Milano. La tradizione vuole infatti che sia stato proprio Sant’Aembrous, impegnato in un pellegrinaggio lontano dalla città, a chiedere alla popolazione di posticipare di quattro giorni la fine del Carnevale, spostandola dal martedì al sabato, per dargli il tempo necessario di tornare. La realtà è ovviamente diversa e decisamente meno suggestiva: originariamente tutti i riti, non solo quello ambrosiano, prevedevano l’inizio della Quaresima di domenica, fino a che il rito romano, che sarebbe poi diventato il predominante, ha anticipato l’inizio della Quaresima al mercoledì per avere 40 giorni esatti di digiuno, con esclusione delle domeniche durante le quali si poteva non digiunare. Insomma rito romano o rito ambrosiano comunque si arriva a festeggiare il giorno di Pasqua tutti insieme.

La maschera milanese per eccellenza? Il Meneghino

La maschera milanese per eccellenza è il “Meneghin”, diminutivo del nome Domenico, affiancato dall’immancabile Cecca.

Quali sono le sue caratteristiche? Il tipico cappello a tre punte, calzoni verdi e le calze a righe rosse e bianche. Meneghino si presenta sui palcoscenici come servo devoto e ligio agli ordini del padrone ma anche desideroso di conservare la propria libertà e intollerante ad ogni sopruso. La maschera rappresenta il simbolo del milanese tipico: libero, laborioso e sincero. Non credete?

Dolci tipici di Carnevale a Milano

Sicuramente le chiacchiere e i tortelli milanesi (“farsòe”), dolcetti a forma di pallina che vengono preparati con lo stesso impasto delle chiacchiere. Per la ricetta ne abbiamo parlato già in questo articolo: dolci tipici di carnevale a Milano e in Lombardia.

Carri Allegorici a Milano, lungo la città e i navigli

Esistono naturalmente alcuni punti fermi, che contraddistinguono tutte le edizioni del carnevale milanese. Uno di questi è senz’altro la sfilata nel centro storico cittadino dei carri allegorici dissacranti e celebrativi, addobbati con fiori, figure di cartapesta e maschere tradizionali e quella lungo i navigli ovvero i Carri Galleggianti.

Carnevale a Milano
I Carri Galleggianti Allegorici a Milano

Le immagini di repertorio della Canottieri San Cristoforo testimoniano le storiche sfilate in maschera sui Navigli. Sicuramente uno degli eventi più caratteristici durante tutto il periodo carnevalesco.

Simone Lunghi – Cupido

Domenica 14 febbraio lungo i Navigli abbiamo avvistato anche Simone Lunghi (Angeli dei Navigli) travestito da Cupido “galleggiante” il quale in occasione sia di San Valentino che dell’inizio del periodo carnevalesco ha voluto scoccare qualche freccia. Che dire, grazie a lui tanta gente è ancor più innamorata della nostra cara Milano.

Etown Company Srl
Cap. Soc. € 15.000,00
p.i./c.f. 10428070964

Contatti

Corso Buenos Aires 22, 20124 Milano

I nostri canali

© 2019 Corso22. All Rights Reserved.