Bonus mobilità, a quando il rimborso?

Non sembrano essere finite le problematiche attorno al Bonus Mobilità. La misura ideata dal Governo per favorire la mobilità green in tutti questi mesi ha avuto un iter travagliato. Dopo il complicato click day del 3 novembre, in cui i sistemi informatici della nuova piattaforma web del ministro dell’Ambiente (www.buonomobilita.it) sono crollati, in un primo momento
per il grande traffico sulla rete, chi è poi riuscito ad accedervi ancora non ha visto arrivare il bonifico sul proprio conto.
Non erano state fornite date certe, c’è chi aveva ipotizzato addirittura il 2021 per l’erogazione delle risorse, ma l’impegno del ministro dell’Ambiente Sergio Costa era volto al fatto che i bonifici potessero arrivare in una decina di giorni dal 3 novembre scorso.

Bonus Mobilità: ipotesi era 10 giorni lavorativi dal 3 novembre
I bonifici per tutte le persone che hanno già fatto l’acquisto e il 3 novembre hanno inserito correttamente i dati nella piattaforma sono in ritardo. Lo stesso ministro dell’Ambiente Sergio Costa, in diverse interviste nella giornata del click day, aveva ribadito l’impegno ad arrivare ad erogare le
somme in una decina di giorni lavorativi. Al momento, alla data attuale, i pagamenti non sono ancora arrivati. Fonti dello stesso ministero affermano che il pagamento avrà solamente un breve slittamento ed è una questione di giorni perchè arrivino i bonifici a chi ha presentato regolarmente la domanda con tutti gli adempimenti necessari.

Bonus Mobilità 2020: tempi allungati per verificare le informazioni
Alla base di questo allungamento dei tempi c’è la necessità di dovere controllare tutte le informazioni che sono state inserite dagli utenti in occasione del click day. Tutti gli interessati, comunque, possono verificare lo stato della propria domanda sul portale e controllare come sta procedendo la pratica. Ovviamente per fare tutto questo è basilare avere lo Spid e poi recarsi sul sito internet www.buonomobilita.it

Bonus Mobilità, adesso c’è tempo fino al 9 dicembre per fare domanda.
Intanto il governo per correre ai ripari ha preso la decisione di attivare nuovamente la piattaforma fino al 9 dicembre prossimo. C’è un mese di tempo per tutti gli interessati per richiedere il rimborso della spesa sostenuta e poter usufruire del contributo governativo.

Il Governo intanto è al lavoro per reperire nuovi fondi per una misura che, di certo, ha suscitato grande entusiasmo ed è stata accolta con grande favore da parte dei cittadini. Nell’ambito della manovra di bilancio 2021 il Governo starebbe ipotizzando di stanziare circa 100 milioni di euro per finanziare nuovamente questa progettazione.

Dal 10 dicembre si avrà poi una chiara rappresentazione di quelle che saranno le risorse definitive da stanziare per la misura. Per questi nuovi rimborsi si parla come tempistica dei mesi di gennaio o febbraio 2021. Il ministro chiede pazienza ma promette di mantenere questo impegno.

Etown Company Srl
Cap. Soc. € 15.000,00
p.i./c.f. 10428070964

Contatti

Corso Buenos Aires 22, 20124 Milano

I nostri canali

© 2019 Corso22. All Rights Reserved.